Tu sei qui: Home Articoli "Il Giorno Prima" al Teatro Verdi

"Il Giorno Prima" al Teatro Verdi

17/12/2010

Il 19 dicembre alle ore 21.00 il Teatro Verdi ospiterà la compagnia internazionale Tarmeh, La Veranda Luminosa che porterà in scena "Il Giorno Prima".

di  Teatro Verdi

tarmeh teatro verdi Rostam ferito fuggente, tecnica mista su carta, 2007, 44x62 cm

Lo spettacolo

Il 19 dicembre alle ore 21.00 il Teatro Verdi ospiterà la compagnia internazionale Tarmeh, La Veranda Luminosa che porterà in scena Il Giorno Prima. Durata dello spettacolo: 60 minuti / ingresso: 10 euro

Lo spettacolo è liberamente tratto dalla leggenda dell’eroina Gord Afarid, una delle protagoniste dello Shahnameh (Libro dei re o Re dei Libri a seconda delle interpretazioni).

Nell’Anno Internazionale per il Riavvicinamento tra le Culture - dichiarato appunto dall’UNESCO per il 2010 - la compagnia fondata dalla regista e attrice Aram Ghasemy nel 2000 a Tehran presenta in questo modo l’opera più importante del padre dell’epica persiana: Aboul Ghasem Mansur Ferdousi (940-1020). Lo Shahnameh - la cui mole è tre volte quella dell’Iliade e la cui stesura è durata più di trent’anni - è considerato modello indiscusso della letteratura epica persiana ed è stato inserito nella Lista della Memoria del Mondo non solo per la sua importanza epica ma anche perché veicolo di un importante messaggio filosofico e umano basato sui concetti di tolleranza, pace, giustizia e democrazia.

Il Giorno Prima cerca una strada comune tra le culture persiana e italiana, attraverso i linguaggi universali del teatro, della poesia, della musica e della danza. Le due attrici in scena – Aram Ghasemy e Alice Bettinelli - conducono nel mondo femminile del coraggio materno e dell'inganno seduttore raccontando la storia di Gord Afarid, guerriera in lotta per salvare il suo paese, e dell'amore impossibile dell'eroe Sohrab, suo antagonista. Non vi è l’eterna lotta tra bene e male, ma esseri umani, e quindi contradditori, imprigionati dagli accadimenti storici e dall’origine geografica. In discussione vengono messi i concetti di eroe, coraggio, giustizia e potere per portarli a una dimensione più intima e personale. La protagonista moderna cerca di ricordare una storia antica che la aiuti a ritrovare quella parte di se stessa che le sta mancando: la soddisfazione intima di aver fatto la propria parte senza cedere alla terribile malattia dell’indifferenza.

Quello proposto da Tarmeh è un teatro moderno che attinge al teatro arcaico dei cantastorie tramite la poesia e la danza, nello spazio vuoto dove tutto è possibile alla ricerca di una consapevole modernità.

 

La mostra

Strettamente connessa allo spettacolo è l’esposizione delle opere pittoriche di Morteza Latifi Nezami sullo Shahnameh che verrà ospitata dalla Galleria Ostrakon dal 13 al 19 dicembre.

Il 13 dicembre alle ore 18.00 la mostra verrà inaugurata con un incontro di presentazione dell’opera di Ferdousi a cura della scrittrice Zahra Mohammadi - a seguire aperitivo persiano. Infatti è sull’intreccio delle leggende raccontate nello Shahnameh che si basa la “narrazione pittorica” del pittore e poeta Morteza Latifi Nezami. La sua pittura, forte delle sue componenti etniche e delle sue proprietà multiculturali, è il riflesso diretto del mondo interiore del suo autore, ricco di accenti e di riferimenti poetici.

 

Per maggiori informazioni: www.teatrodelburatto.it

Teatro Verdi, via Pastrengo 16, Milano - 02 6880038

Galleria Ostrakon, via Pastrengo 15, Milano - 331 2565640

Info e prenotazioni: 02 27002476 - info@teatrodelburatto.it

Informazioni per la stampa: stampa@teatrodelburatto.it

Compagnia Teatrale Tarmeh - 3292332601 - 3806888263 - compagniateatraletarmeh@gmail.com

comments powered by Disqus
Lancia un progetto nel quartiere Isola

Vivi all'Isola? Ci lavori? Ti piace questo quartiere? Hai delle idee da mettere alla prova? Attraverso zonaisola.it puoi lanciare un progetto di quartiere o unirti a quelli già avviati! Scopri di cosa si tratta. Visita la sezione Progetti.

Isola Partecipata Calendario completo

Tutti gli appuntamenti del percorso di progettazione partecipata per realizzare all'Isola la nuova Casa del quartiere e riqualificare il cavalcavia Bussa